Rotary Campus d'Abruzzo e Molise 2018 - Roseto, 2-9 giugno 2018 -'Villaggio Lido d'Abruzzo' - Organizzato dal RC Sulmona


campus18-0.jpg
/tr>
campus18-1.jpg Il Rotary campus è nato nel 1988 da un'idea-progetto del Club di Sulmona, su proposta del socio Otello Pizzuti, che ebbe il consenso e le adesioni dei presidenti abruzzesi in carica in quell'anno. L'idea era - ed è - quella di ospitare per una settimana, in una località di villeggiatura, un certo numero di disabili con i rispettivi familiari o accompagnatori, per consentire loro un'occasione d'incontro fra realtà ed esperienze diverse, per fornire un periodo di svago, di divertimento, di socializzazione e, perché no?, di riflessione e confronto sulle tante problematiche della disabilità e su quanto la società e le istituzioni facciano (o non facciano) per assisterli, a partire dall'abbattimento delle barriere architettoniche, di ostacolo a una sicura e libera circolazione.
Dopo alcuni anni di 'rodaggio' itinerante (Caramanico, Campo di Giove, Tocco da Casauria, Scanno, Lago di Bomba, Francavilla, Pescara), con il supporto prezioso degli alpini in congedo del gruppo A.N.A,, sezione di Sulmona, presieduta dal dinamico Prof. Antonio Carnevale, si cominciò a creare una struttura organizzativa vera e propria, che si consolidò di anno in anno fino al 1997, quando il Campus divenne manifestazione distrettuale (allora il distretto 2090 comprendeva Abruzzo, Molise, Marche, Umbria e Albania) e si dotò di uno statuto. È bene ricordare che la socia Margherita Viventi propose la 'scheda tipo' di partecipazione, corredata dalla compilazione e sottoscrizione del medico curante, per la parte sanitaria, mentre il socio Luigi Di Biase propose un nuovo statuto per il miglior funzionamento del Campus stesso. campus18-2.jpg
campus18-3.jpg Dal 1992, a Colle di Mezzo, con il centro turistico 'Il Soffio', si sono iniziate a utilizzare strutture turistiche (villaggi vacanze, alberghi) che consentissero una sistemazione dignitosa, un servizio di 'pensione completa' e la possibilità di usufruire di tutti i servizi in dotazione (campi di gioco, piscine, spiaggia ecc.). Si è cercato inoltre di scegliere strutture che permettessero anche la presenza di altri villeggianti, per consentire un'integrazione dei disabili, senza umilianti 'ghettizzazioni'.
L'iniziativa, ormai consolidata, è giunta alla XXXI edizione e si è tenuta dal 2 al 9 giugno a Roseto degli Abruzzi nel Villaggio vacanze 'Lido d'Abruzzo', luogo molto accogliente, perché dotato di spazi per attività all'aperto e al coperto, di piscina attrezzata, di un tratto di spiaggia riservata e dei bungalow in muratura, abbellito, inoltre, da una fitta vegetazione di palme, pini marittimi ed essenze floreali. Al club di Sulmona è toccata, quest'anno, la presidenza del comitato organizzatore. La presidente Paola Del Basso Orsini, figlia del Prof. Raffaele, fondatore del club sulmonese nel 1961, ha profuso tutto il suo impegno per la migliore riuscita del 'service', che ha fatto registrare un numero elevato di partecipanti (oltre 600 ospiti!). campus18-4.jpg
campus18-5.jpg Va ricordato che gli 8 posti assegnati a Sulmona quest'anno per i disabili e i loro accompagnatori, sono diventati 16, che sono stati assegnati 320 'marsupi' con il logo del Club e del Campus, che il socio Domenico Santacroce ha partecipato attivamente come giudice e animatore al 'Masterchef', che si è svolto in due pomeriggi, e che Donatella Quartuccio è riuscita a organizzare un Forum con numerosi notai del Distretto sulle recenti leggi che riguardano la disabilità e la situazione legale che si viene a creare quando vengono a mancare le persone che seguono e curano i disabili - il 'dopo di noi' - . La nostra presidente ha realizzato tramite 'computer grafica' una 'locandina' a ricordo del 'service' di quest'anno e degli 'sponsor'.
campus18-6.jpg campus18-7.jpg
campus18-8.jpg campus18-9.jpg
campus18-10.jpg campus18-11.jpg